SACCHETTI

regia Giuseppe Goisis
con Walter Tiraboschi, Anna Zanetti
musiche Alberto Zanini
assistenza tecnica e registrazioni Alberto Benigni e Ruggero Bosso
trucco Laura Busetti
scena, luci e costumi Compagnia Brincadera

Sacchetti arriva al pubblico dopo molti anni di lavoro.
La scena è minimalista: uno scrittoio, una sedia, un registratore, pochi oggetti ordinari. Due “pareti” di sacchetti di iuta, impilati e riempiti di polveri speciali.
Insieme agli oggetti, in scena ci sono un uomo e un folletto.
Il gioco teatrale sta nella ricerca di un sacchetto fra i tanti accumulati, ricerca che per l’uomo è iniziata da sempre. Da quando ricorda di sé.
A lui invisibile, il folletto entra ed esce dalla scena con modi felpati.
Lo aiuta nel cercare e accudisce. Ci gioca. Bonariamente lo scherza.

Sacchetti è la messinscena del rapporto inevitabile che ciascuno ha con la propria morte.
Nel differirne e nell’anticiparne l’accadere, nella leggerezza paradossale che essa infonde, nella paura umbratile nascosta in ogni giorno, nelle differenti forme dell’esperienza tempo, nella convocazione di chi ha compiuto l’identico percorso, sul fil di ragno della memoria.

L’atmosfera è straniante, grottesca a tratti.
La recitazione asciutta, quasi scarna. Mai naturalistica.
I rimandi beckettiani e orientali, anche nei costumi e nel trucco.
I testi sono poesia e narrazione (Dostoevskji, Tagore, Gualtieri, Totò, Pasolini, Montale, Goisis). In altri casi linguaggio ordinario.
La musica un leit motiv (Sventa) che ritorna modificando struttura ritmica, strumentazione e arrangiamenti (Alberto Zanini).
Gli ascolti del registratore sono voci grezze mescolate ai rumori e ai difetti della riproduzione.
La luce, infine, discreta, è al servizio dell’intimità e della solitudine.

Il titolo e l’idea dello spettacolo vengono da un racconto di Giuseppe Goisis, contenuto in Un posto vale l’altro (PeQuod 2004). La storia di un uomo che, in un monastero tailandese trasformato in lazzaretto per malati terminali di AIDS, cerca i resti cremati di un caro amico.

Sacchetti_08